DICEMBRE 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Ultime news
Sono aperte le iscrizioni ai Corsi Base di Tiro con l'Arco presso la palestra scuole Grosso - I corsi inizierano il 06/10/2017 - 23 Settembre 2015

Nel Week end di Sant Elpidio, alla ricerca di una meta un po' più tranquilla e più vicina a casa, la nostra Claudia decideva di approfittare di
un appuntamento del Campionato Emiliano e fare la prima gara in solitaria.

La competizione era prevista nel bellissimo parco di Villa Sorra, vicino a Gaggio Modenese, luogo di ampi spazi verdi, leprotti saltellanti,
cagnolini arcieri, allergie e visitatori invadenti.

La gara iniziava in perfetto orario, dopo un veloce smistamento tra le piazzole e l'assegnazione delle tabelle per i punteggi.
Nonostante l'inesperienza, a Claudia veniva assegnata l'incombenza di tenere il punteggio. Fortunatamente però i suoi quattro compagni di piazzola creavano un contesto goliardico, trasformando il nervosismo di gara in qualcosa di più rilassante.
Le 12 piazzole di gara, da percorrere due volte, risultavano piacevoli e di genere vario: dai 3D a cose più elaborate come la Venere da svestire, l'anello dentro al cappio o lo scudo a pendolo.
La gara terminava senza problemi verso le 13, giusto in tempo perchè gli affamati partecipanti si fiondassero a tavola. Il pranzo, grazie al tempo magnanimo, veniva servito all'aperto così da poter godere a pieno della bella stagione e del piacevole contesto del parco. Ma era solo una breve sosta rigenerante, prima di lanciarsi ancora nella sfida della breve competizione pomeridiana dove era in palio un bel prosciutto.
Nasceva però subito un imprevisto, dato dai tanti visitatori del parco che, non vedendo più nessuno gareggiare, avevano creduto utille colonozzare l'ampio prato in cui erano ancora collocati i bersagli.

Serviva solo un un po' di pazienza, un certo sforzo aggiuntivo e più di qualche minuto di tempo, per fare in modo che tutto il pubblico si spostasse in zone più sicure e poter dare inizio alla gara.
Un tiro a parabola, quello del pomeriggio, posizionato in direzione di una bandiera posta dentro un quadrato a circa 80 metri di distanza. Il passaggio del turno era garantito solo a chi riusciva a piazzare la sua freccia all'interno del quadrato.
Turno dopo turno, freccia dopo freccia, le cose per Claudia procedevano bene, oltre ogni più rosea aspettativa. Ma proprio mentre iniziava ad assaporare il gusto dolce del prosciutto, la conquista purtroppo sfumava .

Massima soddisfazione, comunque, per aver colto una rispettabile quanto inaspettata seconda posizione che ben si accoppia con il terzo gradino del podio
Poco male perchè poco dopo è stato allestito il podio per le premiazioni e a gran sorpresa il terzo posto di categoria è andato a Claudia. Un grandissimo risultato personale che ha avuto un effetto positivo sull'umore di un'arciera alle prime gare."