Ultime news
Aggiunte in calendario le gare del circuito FITAST e LAM - 31 Gennaio 2018
Sono sempre aperte le iscrizioni ai Corsi Base di Tiro con l'Arco - contattateci per informazioni - 31 Gennaio 2018

Lo cielo era chiaro, le nubi dormienti,

Gli arcieri muovean dalle loro magioni

Per viver cum gaudio giornate splendenti

Ignari di mesto girar di ...torrioni

Giammai s’eran scorti tra i tanti avventori

Che della Contrada colmavan le casse

Malesser celati, sopiti rancori

Che presto agitavan le fragili masse

Tagliente la lengua, sputando veleno

Con sibilo acuto e rozze maniere

Pensava il Prior di non esser da meno

Sprecando occasione di saggio tacere

Sebbene paresse ormai colma misura

Soffrivan le gonadi gonfiori imponenti

Quando alla guisa di antica tortura

veniva svelato il percorso alle genti

Niun fantasioso né ilàre bersaglio

Pareva distinguersi in piatta mestizia

Ventuno gli scudi, tre rune ciascuno

Mai scorta nel tempo cotanta pigrizia

Ai muri giungevano i dardi più forti

Protetti da veli di puro cartone

Non una corazza ne drappo pé morti

Ponevano un freno a tal distruzione

A far più grottesca la situazione

Ponevasi inoltre l’annoso dettaglio

Con quale misura? in qual direzione

Dovrebbero giunger le frecce al bersaglio??

Alcuna scrittura svelava l’arcano

Per affrontar lo disagio del giorno

Le inutili strofe non davano mano

A definir dei bersagli il contorno

Con sommo tempismo, in tal situazione

Giunse pulzella dal senno smarrito

Su rosea madonna di opposta fazione

Pensò senza meno di puntare il suo dito

Colta a sorpresa, pur senza attenuare

L’irata colpita rispose assai dura

Sicché la pulzella…. anzichè rimediare

Fece di palta l’esatta figura

Avverso il parere di nostra compare

Avea l’avversaria una indubbia ragione

Giacchè niuna scusa può giustificare

L'indubbia mancanza dell'educazione

Ferrara fu certo una bella avventura

Gioia e delizia... croce e tormento

Ma se ogni anno diventa più dura…

Di voltar pagina è giunto è il momento

Per ricordar chi ha vissuto gli eventi

Mai troppo antichi da ricordare

Chi ha condiviso deliri e commenti

Ed ora ha qualcosa da raccontare

Una morale ormai quasi scontata

Che coglie l’attimo, il disagio interiore

Lasciar campo libero a una nuova Casata

Perché si procuri un futuro migliore

Va, da far nostro, il tributo d’onore

Ai tanti compagni del tempo vissuto

lasciamo ad ognuno un pezzetto di cuore

Assieme ad un grande, sincero saluto!!

Robby

Un'organizzazione dell'ultimo minuto,  in un misto di incoscienza e consapevolezza, con cui Arcus Intendere ha voluto cogliere l'occasione del Martedì Grasso per dar luogo al secondo appuntamento ludico/agonistico della stagione in palestra. Un appuntamento a cui molti corsisti non hanno saputo rinunciare ed al quale hanno avuto ovviamente accesso anche gli arcieri più esperti.
Più che una gara vera e propria, una grande festa in maschera, dove non sono mancati gli spunti tecnici, certamente utili a far crescere l'esperienza dei partecipanti.
Cinque bersagli di diversa foggia, dallo speciale al 3D passando per il bersaglio mobile, affrontati dai contendenti con passione ed impegno... senza mai perdere di vista la tavolata finale che li attendeva colma di prelibatezze di ogni foggia possibile.
Solo un dettaglio quindi la classifica, non a caso stilata per intero solo qualche giorno dopo, una volta smaltita la sbornia di zuccheri ed infusioni alcoliche... ingurgitate con commovente impegno. Problema di cui risentiva con sufficiente evidenza anche lo spareggio, necessario a sancire il terzo classificato.

Inutile quindi qui indicare il novero di vinti e perdenti se non, invece, rammaricarsi per l'assenza di coloro che non hanno potuito prender parte alla festa. Speriamo che possano rifarsi alla prossima occasione.
Utile invece ricordare a tutti che la lunga stagione invernale volge ormai al termine e che, già a partire dalla prossima domenica, il calendario degli arcieri si animerà di eventi e manifestazioni che speriamo portino ancora grandi soddisfazioni ai nostri colori. Possa il divertimento esser da traino alle trasferte ed alle competizioni, per una stagione piacevole e priva di inutili polemiche. Perchè la grande squadra di Arcus Intendere porti con sé la memoria ed il gaudio, la tecnica e lo sberleffo, il rispetto e la passione per valorizzare il nostro nobile sport ed i suoi tanti protagonisti. E come sempre vinca il migliore!!!!  

Buone frecce a tutti!!!!

 

P.S. Come sempre le foto della serata sono disponibili nella nostra Galleria Immagini