APRILE 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
3
4
5
6
7
9
10
11
12
13
14
› Gara Todi - FITAST
Todi
Data :  14/04/2018
15
› Gara Todi - FITAST
Todi
Data :  15/04/2018
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
30
Ultime news
Aggiunte in calendario le gare del circuito FITAST e LAM - 31 Gennaio 2018
Sono sempre aperte le iscrizioni ai Corsi Base di Tiro con l'Arco - contattateci per informazioni - 31 Gennaio 2018

Ben 18 gare ufficiali, oltre 600 tesserati tra i circa 800 partecipanti, di cui oltre il 25% in rappresentanza del gentil sesso e 60 tra bambini e ragazzi, 360 bersagli di ogni forma e colore, migliaia di frecce scoccate…di cui purtroppo alcune rotte…. sono solo i freddi numeri del campionato FITAST 2016-2017, concluso con l’appuntamento di domenica 1 ottobre quando, nella bella cornice di Spoleto, cittadina umbra sede del famoso Festival giunto ormai alla sua 60° edizione, si sono radunati oltre 300 arcieri per godere dell’ultimo rendez-vous prima della lunga pausa invernale.
A classifica ormai definita, sotto una coltre nuvolosa che – a tratti – lasciava sfuggire qualche goccia di pioggia, la gara risultava quindi poco più che una buona scusa per dare modo agli organizzatori di premiare i vincitori del campionato.
Nonostante ciò, la possibilità di cogliere un premio a squadre per tipologia di arco (sommando i migliori 6 punteggi per ogni compagnia) e quella per aggiudicarsi il premio riservato ai primi classificati di ogni categoria di arco, forniva il necessario spirito competitivo agli arcieri che si confrontavano sul percorso approntato per l’occasione.
Fin dalle prime ore del mattino, le maestose mura del castello che sovrasta la città accoglievano il rumoroso gruppo che, giungendo alla spicciolata attraverso i comodissimi percorsi meccanizzati, affollavano ben presto il grande cortile.
Gli intervenuti avevano così modo di scoprire i primi 7 bersagli di gara, disposti ordinatamente affiancati su entrambi i lati del cortile, preparati- con tutta evidenza - allo scopo di evitare sfoggio di eccessiva fantasia. Situazione che ben presto si scopriva accumunata alla restante parte del percorso, in gran parte addossato alle mura del castello.
L’interminabile sequenza di tiri posti a lato del fossato: ben 8 piazzole poste tutte ad identica distanza, con la medesima inclinazione di tiro, legati l’un l’altro per le operazioni di recupero – peraltro limitate dalla presenza di due soli passaggi pedonali obbligati, oltre a determinare una pesante congestione delle operazioni di tiro, non rendeva giustizia alla location che, almeno all’apparenza, offriva molte altre soluzioni adatte all’evenienza.
C’è motivo di ipotizzare che l’amministrazione comunale non abbia concesso l’utilizzo libero delle strutture oppure, come più probabile, che il numero di persone che hanno attivamente partecipato all’organizzazione di gara sia risultato assai ridotto rispetto al necessario, così da costringere ad un ripiegamento strategico, peraltro utile ad evitare guai peggiori.
In caso contrario risulterebbe impossibile giustificare il fatto che: fogli piazzola, linee di tiro, composizione e disposizione dei bersagli, risultassero totalmente difformi dal regolamento FITAST. Una situazione che, nell’ambito di una finale organizzata in modo diretto dalla Federazione stessa, riteniamo necessario definire quantomeno curiosa. Si tratta tuttavia di problemi veniali laddove, in tal modo, si sia scelto di evitare problemi di sicurezza che avrebbero potuto avere conseguenze ben peggiori della, seppur fastidiosa, sensazione di noia.
Per effetto della situazione descritta, la competizione terminava ad ora piuttosto tarda, al punto che, una volta raggiunto il ristorante, la consumazione del pranzo prendeva il via ben oltre le ore 15,00.

Leggi tutto: Spoleto: che sia una festa???…più che una finale!!!

Anche quest'anno Arcus Intendere avrà l'onore di presidiare lo stand ARCOUisp alla grande Festa dell'Unità del Parco Nord di Bologna.
La nostra postazione, come per gli scorsi anni, è posta alle spalle dell'ex area dell'Arena spettacoli, nell'area immediatamente alla sinistra dell'ingresso pedonale di via Stalingrado.

Arcus Intendere vi aspetta per provare, dare informazioni sui nostri corsi o, più semplicemente, per una visita di cortesia tutte le sere a partire dalle ore 21,00.

Vi apettiamo!!!

 

Un altro splendido weekend è trascorso per Arcus Intendere pieno di divertimento, gustose abbuffate, ma soprattutto grandi soddisfazioni.
Dopo la mediocre prestazione della gara di Belforte, probabilmente a causa del ricco banchetto consumato la sera prima a cena, il gruppo di Arcus Intendere non riusciva ad iscriversi alla gara di San Marino, ragione per la quale organizzava con inconsueto anticipo un altro weekend tra i verdi colli Umbri, con l'intenzione di dare il massimo nella gara di Fossato di Vico.
Grazie a Ruxiang si prenotava in un agriturismo immerso nel verde con tanto di percorso 3D , barbecue e piscina.
Per godersi tutto questo si decideva di partire il sabato mattina noleggiando un capiente pulmino, indispensabile a stivare la gran quantità di materiale che il gruppo si portava appresso. L'autostrada ci regalava la fortuna di un traffico abbastanza regolare, tanto che, dopo un pranzo veloce ma assai sfizioso, consumato in area di servizio a fianco di invidiosi viaggiatori con i loro tristi panini, riuscivamo a raggiungere la zona di arrivo in un tempo più che ragionevole.
Mancavano solo pochi km dal nostro alloggio quando il navigatore male impostato ci indirizzava su di una strada sterrata e malmessa che ci faceva temere il peggio. Con la compagnia di qualche fagiano spaventato e stupito dall'insolito transito, riuscivamo comunque a giungere a destinazione.
La location scelta appariva subito bellissima, immersa nel verde silenzioso della collina e sovrastata da un cielo limpido che invogliava all'ozio. Occorreva giusto il tempo di scaricare le valigie di corsa prima di mettersi il costume e tuffarsi nell'accogliente piscina privata dove i più viziati pensavano bene di sorseggiare un mojito preparato per l'occasione.
Solo i 3 più volonterosi e competitivi indossavano invece gli scarponcini per avventurarsi nel bosco sul percorso 3D che risultava poi assai impegnativo.
Il gruppo tornava a riunirsi all'ora di cena, chi accusando stanchezza alla gambe e chi, invece, con le mani grinze per la lunga permanenza nell'acqua, mentre le prime fiamme sbucavano dalla importante griglia, accesa per cucinare il sontuoso menù pensato da Chef Lugnan.
Quasi scontato sottolineare che la serata trascorreva veloce e assai piacevole sotto la tettoia posta a bordo piscina, tra sonore risate e confortati da ogni genere di prelibatezza culinaria.

La nottata trascorreva tranquilla, ed il sole dell'indomani ci accoglieva tiepido per accompagnarci verso Fossato di Vico dove ci attendeva l'ennesima gara di campionato FITAST.

Sentiti complimenti agli organizzatori per la bravura nel realizzare i bersagli e per la fantasia dei tiri, la mattinata trascorreva piacevolmente, senza troppi ritardi, pur essendo un numero cospicuo di arcieri partecipanti. Ma è durante la consumazione dell'ottimo pranzo che, scrutando le classifiche, scopriamo che quello che aspettiamo da tempo finalmente si sta avverando.
Una buona prestazione per tutta Arcus Intendere: anche se per qualcuno ancora non siamo arrivati al top, appare del tutto evidente l'utilità dell'allenamento per i 3 arcieri che hanno scelto di percorrere il campo 3D il giorno precedente. Peccato non poter contare sul risultato di Beppe, non tesserato FITAST, per la classifica a squadre . Un po' di sfortuna per Ruxiang fuori dal podio per un soffio, a conferma comunque della sua tenacia e bravura. La più grande soddisfazione in questa giornata ce la regala però il nostro presidente, che per soli 2 punti non conquista l'oro aggiudicandosi orgoglioso il secondo posto e, insieme, la sua prima medaglia Fitast in assoluto. Pieni di gioia festeggiamo con l'immancabile "campei", accompagnati dalla amica Laura, il nostro Robby che dopo tanti piazzamenti ha finalmente raggiunto il posto che merita che ci auguriamo rappresenti solo il primo di tanti altri. Così orgogliosi rientriamo a casa, sperando di riuscire a partecipare ad altre gare prima della fine del campionato, visto che il mese più impegnativo per noi si sta avvicinando !