FEBBRAIO 2018
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
Ultime news
Aggiunte in calendario le gare del circuito FITAST e LAM - 31 Gennaio 2018
Sono sempre aperte le iscrizioni ai Corsi Base di Tiro con l'Arco - contattateci per informazioni - 31 Gennaio 2018

Trascorsi ormai diversi giorni dal termine della 2° edizione del nostro Torneo di Pian del Voglio, mentre ancora si fanno sentire i postumi della fatica, non si placa la soddisfazione provata da tutti noi di Arcus Intendere nell’accogliere gli amici arcieri che hanno deciso di approfittare del nostro invito.
Vissuta con una tensione certamente minore di quella provata in occasione della prima edizione, la gara si è rivelata assai piacevole, senza intoppi ne problematiche evidenti nonché assolutamente sicura per arcieri e spettatori.
Ottime le performances dei nostri arcieri che raccolgono, per l’occasione, un primo posto con Ruxiang nella categoria madonne tradizionali ed un inedito primo posto di squadra nella categoria tradizionale. Ottimo in tal senso il risultato di Andrea che raccoglie finalmente un punteggio ed una posizione in classifica degne della sua esperienza.
Buono, ma non ancora all’altezza dei suoi periodi migliori, anche il risultato di Chiara che, con impegno e determinazione esemplari, lentamente ma inesorabilmente, risale la classifica.
Soddisfazione massima infine per la nostra Verdiana, che ci rende tutti orgogliosi facendo il suo esordio in una gara ufficiale e dimostrando, ancora una volta, che la passione non ha età!!
Una grandissima fatica, sotto ogni punto di vista, per la nostra piccola compagnia, che si è però trasformata in una grande festa per tutti, organizzatori ed ospiti, una volta posti di fronte all’ottimo pranzo preparato da Ivana e le sue collaboratrici e servito da alcune giovani e spigliate ragazze sotto la grande struttura coperta del paese.
Fatica ampiamente ripagata dai larghi sorrisi degli intervenuti e dai tanti commenti positivi che gli arcieri non hanno voluto risparmiare…….con l’unico vero, grande rimpianto di non aver raccolto un maggior numero di partecipanti…. con ogni probabilità a causa della maggiore distanza da percorrere.
In assenza di un sistema di teletrasporto tuttavia, non potrà esistere nemmeno nel prossimo futuro la possibilità di rendere comoda alla maggioranza degli arcieri la sede della nostra gara. FITAST dovrà quindi necessariamente interrogarsi sulla reale volontà di allargare i propri confini e, nel caso, sulle iniziative da mettere in campo per far fronte ai disavanzi economici che non possono restare a carico delle sole compagnie organizzatrici come avvenuto fino ad ora. Pur esprimendo ogni sforzo per riproporre la nostra gara anche nel prossimo calendario sportivo di FITAST, Arcus Intendere non mancherà quindi occasione per esporre tutte le proposte utili a superare tale problematica.
E’ infine d’obbligo esprimere qui un grande e sincero GRAZIE, a tutti coloro che, senza risparmiarsi, hanno prestato la loro opera per la buona riuscita della manifestazione: grazie all’Amministrazione Comunale di San Benedetto val di Sambro ed in particolare a Lorenza che negli ultimi due anni ha dedicato a questo progetto tanto lavoro e pazienza, grazie al Parroco di Pian del Voglio per gli spazi e le dotazioni messe a disposizione.
Grazie ai gestori del Camping Relax per l’ospitalità e l’indispensabile supporto logistico. Grazie alle cuoche, alle cameriere, ai volontari che hanno provveduto all’allestimento dello spazio pranzo… e grazie infine a tutti i cittadini del piccolo paese appenninico di Pian del Voglio che, tranne un singolo insignificante caso di manifesta arretratezza, ci hanno accolto a casa loro, a braccia aperte, con un misto di passione e curiosità che speriamo di non aver deluso.
Se lo vorrete…e se ci saranno le condizioni…arrivederci al prossimo anno.

Nella più classica delle tradizioni, anche quest'anno i mesi di maggio e giugno si confermano assai densi di appuntamenti.
Ecco spiegato il motivo del nostro tacere, della mancanza di news sul nostro sito che, solitamente, non risparmia informazioni sul nostro mondo.
Ma state pur certi che Arcus Intendere non ha disertato nessun appuntamento importante cogliendo, peraltro, non poche soddisfazioni.
L'esigenza di concentrare ogni energia residua alla organizzazione della nostra gara di Pian del Voglio  ci spinge quindi a darvi solo evidenza delle gare disputate dai nostri: a cominciare dall'appuntamento LAM di Ravenna del 21 maggio u.s.,  disputato lungo le mura della fortezza cittadina: gara onesta ma certamente non esaltante, frequentata da un discreto gruppo di arcieri nostrani che non ha purtroppo raccolto nessuna particolare soddisfazione.
Magro purtroppo il raccolto anche in quel di Nepi, cittadina caratteristica laziale in cui si è svolto  l'ormai classico evento FITAST in data 4 giugno. Buona la presenza in termini numerici degli arcieri bolognesi, situazione in classifica finale enza sussulti ne scossoni particolari.
Buona invece, a seguire, la performance di Fano, in una gara assai piacevole e fantasiosa - assolutamente da segnalare ai fini del conferimento di un premio dedicato.

Siamo così giunti con la cronaca ai giorni nostri, in attesa della partenza per Fabriano - prevista per il prossimo 18/06/2014, e del successivo, atteso appuntamento di Pian del Voglio.
Un arrivederci quindi e, come sempre....BUONE FRECCE A TUTTI!!!

Nel Week end di Sant Elpidio, alla ricerca di una meta un po' più tranquilla e più vicina a casa, la nostra Claudia decideva di approfittare di
un appuntamento del Campionato Emiliano e fare la prima gara in solitaria.

La competizione era prevista nel bellissimo parco di Villa Sorra, vicino a Gaggio Modenese, luogo di ampi spazi verdi, leprotti saltellanti,
cagnolini arcieri, allergie e visitatori invadenti.

La gara iniziava in perfetto orario, dopo un veloce smistamento tra le piazzole e l'assegnazione delle tabelle per i punteggi.
Nonostante l'inesperienza, a Claudia veniva assegnata l'incombenza di tenere il punteggio. Fortunatamente però i suoi quattro compagni di piazzola creavano un contesto goliardico, trasformando il nervosismo di gara in qualcosa di più rilassante.
Le 12 piazzole di gara, da percorrere due volte, risultavano piacevoli e di genere vario: dai 3D a cose più elaborate come la Venere da svestire, l'anello dentro al cappio o lo scudo a pendolo.
La gara terminava senza problemi verso le 13, giusto in tempo perchè gli affamati partecipanti si fiondassero a tavola. Il pranzo, grazie al tempo magnanimo, veniva servito all'aperto così da poter godere a pieno della bella stagione e del piacevole contesto del parco. Ma era solo una breve sosta rigenerante, prima di lanciarsi ancora nella sfida della breve competizione pomeridiana dove era in palio un bel prosciutto.
Nasceva però subito un imprevisto, dato dai tanti visitatori del parco che, non vedendo più nessuno gareggiare, avevano creduto utille colonozzare l'ampio prato in cui erano ancora collocati i bersagli.

Serviva solo un un po' di pazienza, un certo sforzo aggiuntivo e più di qualche minuto di tempo, per fare in modo che tutto il pubblico si spostasse in zone più sicure e poter dare inizio alla gara.
Un tiro a parabola, quello del pomeriggio, posizionato in direzione di una bandiera posta dentro un quadrato a circa 80 metri di distanza. Il passaggio del turno era garantito solo a chi riusciva a piazzare la sua freccia all'interno del quadrato.
Turno dopo turno, freccia dopo freccia, le cose per Claudia procedevano bene, oltre ogni più rosea aspettativa. Ma proprio mentre iniziava ad assaporare il gusto dolce del prosciutto, la conquista purtroppo sfumava .

Massima soddisfazione, comunque, per aver colto una rispettabile quanto inaspettata seconda posizione che ben si accoppia con il terzo gradino del podio
Poco male perchè poco dopo è stato allestito il podio per le premiazioni e a gran sorpresa il terzo posto di categoria è andato a Claudia. Un grandissimo risultato personale che ha avuto un effetto positivo sull'umore di un'arciera alle prime gare."